Rendiamo felici gli utenti del tuo mondo digitale

Progettiamo, costruiamo e facciamo evolvere sistemi di comunicazione digitale.
Luoghi vivi di relazione con gli utenti del tuo Brand.

Home Blog Pubblicato
da

Da oggi Facebook elimina i falsi like: rivoluzione in atto?

Da oggi Facebook elimina i falsi like: rivoluzione in atto?

Buone notizie dal mondo del Social Network più famoso del mondo: da oggi i tecnici Facebook si mettono a lavoro per procedere ad una corretta pulizia all’interno delle fan page. L’aggiornamento in questione riguarderà il numero dei “mi piace” sulle pagine.

Tanti giorni di indiscrezioni e notizie, ma il fatidico momento è arrivato.

Qualche settimana fa il gigante blu aveva infatti annunciato che dal 12 marzo numerose fan page avrebbero potuto avvertire una radicale diminuzione dei fan, causa l’eliminazione di tutti gli utenti inattivi che non interagiscono con la pagina. Si tratta di una decisione drastica che determinerà un maggior controllo e veridicità dei dati insight da parte degli admin delle pagine.

Niente paura: Facebook ci aiuta!

Il provvedimento penalizzerà solo chi ha agito in contrasto con le policy Facebook acquistando fan in giro per la rete, i quali non hanno alimentato il reale funzionamento degli utenti, utili alla crescita delle pagine aziendali. Si tratta dunque di una rivoluzione a favore di una maggiore affidabilità dei numeri e dei dati, che in questo modo saranno sempre aggiornati e coerenti.

I provvedimenti verranno applicati grazie:

all’individuazione di chi realmente è interessato agli aggiornamenti delle fan page, garantendo così agli amministratori delle pagine di filtrare e capire quali sono gli utenti interessati;

agli utenti attivi che interagiscono, consentendo agli amministratori di individuare il target giusto e agli annunci di essere in linea con i loro bisogni.

Da qualche giorno in maniera assidua si parla e ci si interroga sugli esiti che questa azione porterà a termine.

Eliminazione likes: quali conseguenze?

Ci sono ancora notizie confuse al riguardo e siamo certi di avere risposte più concrete solo dopo che l’aggiornamento verrà effettuato, quindi dobbiamo aspettare ancora qualche settimana per capire quali pagine verranno penalizzate maggiormente e con quale modalità. È infatti una questione ancora incerta: si teme per tutti quei like reali che possono essere eliminati ledendo così la predisposizione personale degli utenti a seguire o meno una fan page.

Ciò che sappiamo è che chi finora ha agito secondo le regole non avrà nulla da temere e potrà continuare a svolgere la propria attività su Facebook a testa alta, preoccupandosi soltanto di gestire accuratamente la comunicazione e il business online.

Chi invece ha sperperato denaro accaparrandosi offerte d’acquisto/scambio like per aumentare in modo vertiginoso i “mi piace” della pagina, verrà brutalmente scoperto e penalizzato.
Occhi vigili dunque su più fronti, sarà una novità che migliorerà di certo l’identità online delle aziende.

Commenti

  1. Innanzitutto grazie di aver dato a me e non solo questa notizia. Purtroppo i metodi non sono chiari, ma se Facebook toglierà utenti inattivi REALI a inserzionisti di pagine come la mia che non possono (per motivi economici) fare post a pagamento e preferiscono fare post di qualità piuttosto che di successo (tipo con messaggi nazional-popolari ed immagini) farà scappare i suddetti inserzionisti e, forse, li perderà non solo come inserzionisti, ma anche come utenti. Staremo a vedere.
    Michele

  2. Innanzitutto grazie di aver dato a me e non solo questa notizia. Purtroppo i metodi non sono chiari, ma se Facebook toglierà utenti inattivi REALI a inserzionisti di pagine come la mia che non possono (per motivi economici) fare post a pagamento e i cui post per vari motivi non hanno molto successo di pubblico (cioè like e condivisioni) farà scappare i suddetti inserzionisti e, forse, li perderà non solo come inserzionisti, ma anche come utenti. Staremo a vedere.
    Michele

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi la policy sui commenti.