Rendiamo felici gli utenti del tuo mondo digitale

Progettiamo, costruiamo e facciamo evolvere sistemi di comunicazione digitale.
Luoghi vivi di relazione con gli utenti del tuo Brand.

Home Blog Pubblicato
da

Comunicazione digitale in Fiera: sinergia o fail?

Comunicazione digitale in Fiera: sinergia o fail?

Nei giorni in cui Milano ospita il Salone internazionale del mobile, abbiamo deciso di approfondire un tema che negli ultimi tempi ci ha visti coinvolti in più occasioni: la comunicazione digitale come mezzo propedeutico alla partecipazione in fiera.

Coinvolgimento, interazione e misurabilità sono parole oggi sempre più rilevanti all’interno di una vincente strategia di marketing.

Le regole della comunicazione sono cambiate. Curiosità, intrattenimento ed emotività, sono diventati i presupposti necessari per un approccio teso ad attirare l’attenzione del cliente. E per incuriosire, intrattenere ed emozionare, le nuove tecnologie digitali rappresentano un canale efficiente e quasi indispensabile, in un mercato sempre più relazionale e “social”.

Il digital rappresenta una risorsa fondamentale per comunicare e accrescere la brand reputation, ma è altrettanto vero che la presenza a fiere ed eventi di settore sia ancora un mezzo unico di comunicazione diretta e immediata che avvicina produttori, rivenditori e consumatori in un’unica esperienza coinvolgente. Questi eventi sono tra le prime forme di comunicazione veloce, immediata e B2B, a coinvolgere attivamente prospect, stakeholder e consumatori nella relazione con il prodotto/servizio. Per questo motivo, il momento della fiera rappresenta per le aziende l’occasione per scendere in campo fisicamente rivolgendosi direttamente agli interlocutori interessati, lanciare nuovi progetti e/o prodotti, testare la vendita dell’output, acquisire nuovi contatti e farsi conoscere.

Fiera e digital: unione ad alto tasso di engagement?

Fatta questa premessa, la domanda che ci siamo posti è: se la parola d’ordine è diventata “engagement” e il digital rappresenta il canale che meglio si presta a questo tipo di interazione e se, infine, la fiera continua a rivestire un’importanza fondamentale per promuovere un brand, un prodotto o un servizio, si può dire che l’unione fra i due canali – digital e marketing fieristico –  sia un sodalizio perfetto?

La risposta è: sì! Sempre più spesso web, digital, fiere ed eventi vanno a braccetto. La partecipazione a queste attività è di norma preceduta da un lungo momento di preparativi. Un po’ come la fase della dieta in attesa della prova costume. E tutto ciò che ruota attorno a Internet, al mobile e ai canali social si presta benissimo a questo tipo di comunicazione propedeutica.

Sito dedicato all’evento, comunicazione e aggiornamento in diretta sui social, App e impiego di strumenti digitali sul campo, sono strumenti fondamentali che si aggiungono a un importantissimo momento di visibilità per il brand.

Il ruolo dell’agenzia partner

La nostra agenzia è stata spesso protagonista di questo interessante connubio che vede digital e fiere in perfetta sintonia: lo scorso febbraio abbiamo supportato le attività digital e social per Nice – noto brand leader nel settore dell’home automation – in occasione della Fiera R+T di Stoccarda, l’evento di settore più importante riconosciuto a livello mondiale.

Dal 20 al 23 marzo siamo stati alla quarantanovesima edizione del Vinitaly al fianco di Feudo Arancio, per la gestione dei canali social, il live twitting e il coinvolgimento degli influencer, e anche in questo caso abbiamo riscontrato l’efficacia del mezzo social a eventi di questo genere.

Vinitaly 2015

Il 30 marzo, invece, abbiamo avuto l’onore di presentare il nostro ultimo progetto digital alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna: Digital bonus è il nome dell’app che abbiamo sviluppato per Edizioni Piemme e che abbiamo raccontato al Digital Café della Fiera, una manifestazione di settore esclusiva che da la possibilità, a chi vi partecipa, di aggiornarsi sul mondo dell’editoria e di entrare in contatto con l’affascinante universo digitale unito alla carta stampata.

Digital Bonus

Adesso, al Salone internazionale del mobile di Milano, siamo al fianco di alcuni brand leader nel design, che abbiamo il piacere di seguire da anni. Evento attesissimo, il Salone è la fiera di settore che celebra il fascino delle eccellenze nel design e nell’arredamento. Già l’anno scorso eravamo presenti insieme a Elica –  leader mondiale nel mercato delle cappe da cucina ad uso domestico – all’Eurocucina, il Salone internazionale dedicato ai mobili per la cucina, e in quell’occasione abbiamo realizzato il nuovo sito corporate da presentare in prossimità dell’evento. Anche quest’anno abbiamo lavorato a un progetto di spessore nel campo del design: il nuovo sito di FontanaArte – brand che ha scritto la storia del design dell’illuminazione e dell’arredo – va online oggi, 14 aprile, data di inizio del Salone del Mobile e di Euroluce, la più importante manifestazione di settore dell’illuminazione.

Siamo presenti anche per i brand di Poltrona Frau GroupCassina, Cappellini, Poltrona Frau – per i quali abbiamo realizzato i siti web già nei mesi scorsi. In particolare, il Salone sarà l’occasione per presentare LC Collection,  la nuova sezione di cassina.com, dedicata alla Collezione LC di Le Corbusier, Pierre Jeanneret e Charlotte Perriand, per commemorare i 50 anni della scomparsa di Le Corbusier.

Altra occasione di collaborazione che ci conferma il sodalizio fra digital e fiera è quella attualmente in corso, sempre al Salone, per Alias – storico brand di design made in Italy noto in tutto il mondo. L’attività di supporto consiste in un piano di comunicazione che sfrutta le varie leve del marketing digitale, per creare engagement con gli utenti, e mettere in risalto i nuovi prodotti della collezione 2015. In particolare, nei giorni del Salone del Mobile, presso lo stand della fiera sarà possibile partecipare all’iniziativa “I feel it”: è stata realizzata un’app per dispositivi iPad che consente allo staff Alias di scattare foto degli utenti e dei prodotti insieme, brandizzarle e condividerle sui social per creare buzz sulla rete.

Alias

Ecco come il nostro lavoro ci porta a scoprire soluzioni innovative per comunicare con successo durante una fiera. Cogliere quest’opportunità diviene necessario per incrementare la visibilità e sfruttare al massimo le occasioni per comunicare il proprio brand o il proprio prodotto/servizio.

Se quindi la domanda iniziale riguardava un possibile sorpasso del digital rispetto alla comunicazione in fiera, la risposta è che il superamento non c’è stato. Anzi, stiamo assistendo a un incontro sinergico fra i due ambiti, estremamente diversi ma perfettamente conciliabili.

In estrema sintesi: fare del digital un vantaggio competitivo prima, durante e dopo la fiera è una scelta vincente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi la policy sui commenti.