Rendiamo felici gli utenti del tuo mondo digitale

Progettiamo, costruiamo e facciamo evolvere sistemi di comunicazione digitale.
Luoghi vivi di relazione con gli utenti del tuo Brand.

Home Blog Pubblicato
da

Flappy Bird vola via da App Store e Google Play

Flappy Bird vola via da App Store e Google Play

Il successo a volte può essere tanto inaspettato quanto travolgente. Lo sa bene Dong Nguyen, programmatore indie 29enne, che non ha retto alla popolarità della sua creazione e ha deciso di eliminarla dagli app store iOS e Android. Una scelta che ha dell’incredibile anche perché, da quanto dichiarato dallo stesso autore a “The Verge”, l’applicazione generava incassi giornalieri per 50.000$ tramite un banner pubblicitario visualizzato durante il gioco.

La sua popolarità è esplosa negli ultimi mesi del 2013 con numeri da record: circa 50 milioni di download all’attivo, proiettandolo in testa alle classifiche mondiali di App Store e Google Play davanti a giochi blasonati e con alle spalle importanti società del settore mobile gaming.

Un successo che non sembra avere una ragione plausibile e lo stesso autore non riesce a darsene una spiegazione. Infatti, Flappy Bird si caratterizza per un concept minimalista: ha una meccanica semplice e una grafica elementare che in alcuni giocatori di vecchia data ricorderà sicuramente i livelli dei primi capitoli di Super Mario Bros.

L’idea alla base del gioco è semplice: tramite tap sullo schermo, bisogna far volare un uccellino attraverso dei tubi verdi senza mai toccarli, pena il game over. Ogni tubo superato vale un punto e l’obiettivo è di superarne il più possibile. I tubi che scorrono sullo schermo sono generati casualmente da un algoritmo che ne modifica la posizione, rendendo il gioco in alcuni casi incredibilmente difficile e ai limiti della frustrazione.

Flappy Bird

La portata del fenomeno non si è fermata con la sua rimozione, infatti, la decisione ha causato le reazioni spropositate di alcuni giocatori che, in preda ad una vera ossessione, fanno a gara su eBay rilanciando cifre esorbitanti pur di aggiudicarsi uno smartphone con il gioco installato.

Il vuoto lasciato sugli store è stato prontamente colmato da numerosi cloni, come Fly Birdie Flappy Bird Flyer e Flappy Bee, che ricalcandone il gameplay hanno scalato le classifiche portandosi ai primi posti.

Flappy Bird è l’ennesima dimostrazione delle opportunità offerte dagli app store e dal mobile gaming. Anche con un’idea semplice e un budget limitato è possibile creare app vincenti capaci di coinvolgere e appassionare milioni di giocatori in tutto il mondo.

Web marketing specialist

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi la policy sui commenti.