Rendiamo felici gli utenti del tuo mondo digitale

Progettiamo, costruiamo e facciamo evolvere sistemi di comunicazione digitale.
Luoghi vivi di relazione con gli utenti del tuo Brand.

Home Blog Pubblicato
da

La trasversalità dei ruoli in una Digital Agency: l’esperienza di Diana

La trasversalità dei ruoli in una Digital Agency: l’esperienza di Diana

I social network sono diventati ormai una parte fondamentale delle strategie di comunicazione: gestiti al meglio contribuiscono alla perfetta composizione di messaggi nuovi e interattivi, insieme al raggiungimento di obiettivi a lungo termine.

Ma cosa fanno davvero i “socialmediacosi”? Come lavorano? Qual è la strada per diventarlo? Lasciamo la parola a Diana Chiazzese, Project Manager & Social Media Specialist di IM*MEDIA: nessuno meglio di lei può spiegarci davvero il suo ruolo.

Dove ha inizio il tuo viaggio all’interno di IM*MEDIA?

Ho sempre lavorato, intrapreso esperienze diverse e nel frattempo ho sempre studiato interessandomi a vari ambiti. La “svolta” è avvenuta a un corso che trattava di Marketing per i beni culturali, davvero illuminante: l’aver incontrato professionisti del settore mi ha fatto capire che quella era la mia strada.

Mi sono iscritta a Tecnica Pubblicitaria e un giorno ad un esame ho incontrato Pillo (ndr, Pasquale Esposito Lavina, Presidente e Direttore del Servizio Clienti di IM*MEDIA), docente universitario del corso di Tecnica Pubblicitaria, a Scienze della Formazione. A quell’esame presi 29, una piccola e severa punizione per non aver risposto ad una sola domanda… Dopo aver finito l’esame, ricordo di averlo fermato in corridoio per chiedergli alcuni consigli: non volendo lasciare Palermo, mi è sembrato il miglior modo per capire con lui quale indirizzo o tipo di esperienza potessi scegliere. Mi ha proposto un colloquio da IM*MEDIA. Ed eccomi qui!

Da subito mi sono ritrovata in un ambiente giovane e dinamico. Ho cominciato come account affiancando figure diverse, sia per metodo di lavoro sia per modo di fare e di approcciarsi con il cliente.

Autonomamente ho continuato a studiare e ad interessarmi ad ambiti più vicini ai miei interessi, anche tecnici, come il Viral Marketing, il Web Advertising e le tecniche SEO.

Qual è il tuo ruolo all’interno dell’agenzia?

Il mio ruolo è molto trasversale, comprende vari ambiti, ma la mia passione rimane quella del Social Media Marketing, che ha preso il sopravvento. Un ambito d’attività che ho presidiato sin dalla sua introduzione in agenzia e che, ancora oggi, mi appassiona talmente tanto da spingermi a seguirlo costantemente.

Ciò che faccio attualmente è presenziare, introdurre e coordinare strategie social per i clienti dell’agenzia, ma in parte continuo ad essere un account dedicato su due grandi clienti e seguo da Project Manager alcuni progetti.

Qual è il ruolo che ti si addice di più?

Mi piace quello che faccio, ma la mia tendenza è avvicinarmi a tutto ciò che è nuovo, mi piace la ricerca e la sperimentazione: di un nuovo algoritmo, di una nuova piattaforma o un nuovo metodo, insomma di tutto ciò che possa dare un valore aggiunto a me e ai nostri clienti.

Tre professionalità diverse: quali credi siano le diversità di questi ruoli e come si inseriscono nel tuo lavoro quotidiano?

Le differenze tra i tre ruoli di social media specialist, account e project manager, per ciò che riguarda la mia di esperienza, non sono poi così sostanziali.
Dal reparto accounting eredito quelle competenze che mi permettono di relazionarmi con il cliente non soltanto con un approccio operativo da project manager, ma anche strategico e commerciale. Il project manager in genere interviene nel momento in cui la trattativa si trasforma in lavoro vero e proprio; nel mio caso, invece, non è raro essere coinvolta già dalle primissime fasi, anche nella formulazione della proposta.

Se poi parliamo del ruolo di Social Media Specialist o Strategist o Manager (e chi più ne ha più ne metta!) si tratta di un lavoro ben più verticale, che al tempo stesso mi porta a studiare un mondo in continua evoluzione.

Cosa significa IM*MEDIA per te?

IM*MEDIA oggi, oltre ad essere l’azienda per cui lavoro, è diventata col tempo soprattutto una famiglia, un luogo dove si può essere se stessi, lavorando con gli altri in armonia, dove la buona conoscenza reciproca è il presupposto per lavorare bene insieme.

Abbiamo appena compiuto 20 anni, qual è secondo te il punto di forza dell’agenzia?

Il punto di forza di questa agenzia sono le persone che la vivono, la passione che ci caratterizza muove quotidianamente tutto quello che facciamo. Se così non fosse sarebbe solo una produzione fine a se stessa. Viviamo molti momenti insieme, professionali e non, come quando sono partita con alcuni miei colleghi e clienti per un viaggio a Monaco che ci avrebbe impegnato in riunioni e conferenze di lavoro. Un’esperienza che ci ha permesso di vivere fuori dal luogo di lavoro momenti di condivisione che hanno lasciato spazio all’intrattenimento. Un modo per conoscerci di più!

Descriviti in 140 caratteri

Questa è una domanda difficile devo dire, preferisco rappresentarmi con uno dei miei motti: “Il saper fare è importante solo se abbinato al far sapere”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi la policy sui commenti.